Antincendio in Sardegna

Smaltimenti a norma dei rifiuti da manutenzione antincendio in Sardegna

Smaltimento rifiuti antincendio

La nostra azienda effettua attività di gestione e smaltimento a norma dei rifiuti da manutenzione, seguendo a pieno le linee guida di UMAN, Associazione dei Costruttori di Materiale Antincendio del Maggio 2011.

Prima di tutto, però, bisogna capire che cos’è un rifiuto: secondo la Direttiva 2008/98 è definibile “rifiuto una qualsiasi sostanza o oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l’obbligo di disfarsi”.

Quindi, non basta essere elencato nella lista del Catalogo Europeo Rifiuti per essere definito tale.

Altro aspetto fondamentale da sottolineare riguarda il fatto che il produttore di un rifiuto è uno dei pochi soggetti in grado di fornire informazioni importanti riguardo caratteristiche peculiari cui la pericolosità, la possibilità di riutilizzo o la presenza di specifiche sostanze nel rifiuto: tale concetto trova applicazione anche nella semplice raccolta porta a porta ormai ampiamente diffusa nelle nostre città, laddove è il cittadino che, scegliendo semplicemente il tipo di cassonetto decide se avviare il rifiuto allo smaltimento, o ad un processo di recupero e valorizzazione.


Lo smaltimento a norma dei rifiuti da manutenzione antincendio

Polvere estinguente

Per quanto riguarda i rifiuti nell’attività di manutenzione antincendio, va innanzitutto precisato che questa può esser svolta:

  • Presso il laboratorio aziendale, configurandosi in tal caso come attività interna, indi come produzione di rifiuti all’interno dello stabilimento;
  • Presso il cliente, venendo in tal caso considerata produzione di rifiuti all’esterno dello stabilimento.

Il D. Lgs. 152/06, in base alle casistiche possibili individua i seguenti soggetti come responsabili della gestione dei rifiuti prodotti:Norma smaltimento rifiuti

  • produttore del rifiuto: è la persona che ha prodotto il rifiuto, quindi il produttore iniziale e la persona che ha effettuato operazioni di pretrattamento, miscuglio o altre operazioni che hanno modificato la natura o la composizione di detti rifiuti;
  • produttore del prodotto: qualsivoglia persona fisica o giuridica che professionalmente sviluppa, fabbrica, trasforma, tratta, vende o importa prodotti;
  • detentore: colui che detiene materialmente i rifiuti (può anche coincidere con il produttore del rifiuto);
  • trasportatore: è il soggetto che trasporta il rifiuto dal sito di produzione al sito di recupero e/o smaltimento;
  • commerciante: in questo caso si intende impresa che agisce come committente con l’obiettivo di acquistare per poi rivendere i rifiuti (sono inclusi i commercianti che materialmente non prendono possesso del rifiuto stesso);
  • intermediario: qualsiasi impresa che dispone lo smaltimento del rifiuto per conto terzi, compresi gli intermediari che non prendono possesso materiale dei rifiuti stessi.
Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.